La carie

di Dott.ssa Aida Di Sabato · 17 Novembre 2020

Molti batteri vivono normalmente nella bocca, in numero adeguato a svolgere funzioni buone quali la prima digestione dei cibi o fare da barriera ad altri microrganismi patogeni.

Ma se si lasciano dei residui alimentari attaccati ai denti, i batteri aumentano di numero, con conseguenze negative sui denti, sulle gengive e su apparati bersaglio nel resto del corpo.

Essi si nutrono degli zuccheri presenti nei cibi e li trasformano in acidi capaci di distruggere lo smalto dei denti. Questo strato protettivo  ricopre i denti  e preserva la dentina e la polpa, che sono all’interno del dente, da attacchi esterni.

Quando lo smalto viene intaccato si verifica quella patologia denominata carie dentale, che, se raggiunge la polpa, diventa molto dolorosa e necessita di cure più approfondite.

Una carie non può regredire, ma solo peggiorare. Quindi la soluzione è osservare un’ottima igiene e curarla rivolgendosi al dentista.

Dott.ssa Aida Di Sabato

Contatta l'Autore

Dott.ssa Aida Di Sabato

Studio dentistico associato Dr. Del Lupo Francesco - Dr.ssa Di Sabato Aida
Contatta l'autore