Prevenzione del rischio “legionella”

di Dott.ssa Aida Di Sabato · 28 Luglio 2020

Sul tema prevenzione del rischio di infezione da Legionella l’Istituto superiore di Sanità nel 2015 aveva emanato delle linee guida ad hoc. Un tema che da sempre fa discutere il settore che ritiene il rischio di contagio nello studio odontoiatrico molto basso.

Con il termine Legionella si indicano un genere di batteri gram-negativi aerobi che causano infezione delle vie respiratorie.

Deve il suo nome all’epidemia che causò ad un gruppo di legionari americani riuniti in un albergo nel 1976.

Polemiche sulla legionellosi che si sono riproposte durante il periodo di emergenza da Covid, quando l’ISS ha emanato delle indicazioni specifiche per lo studio odontoiatrico.

Noi dentisti, sia in strutture private che pubbliche, siamo tenuti ad attuare sempre tutte le misure di sicurezza per evitare il rischio di esposizione a potenziali patogeni, ivi compreso la Legionella, in modo da creare un ambiente di lavoro sicuro per gli operatori sanitari e per i pazienti.

Le indicazioni del D.Lgs 81/2008 (Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro) danno l’opportunità di tutelare gli individui più vulnerabili e che potrebbero risultare esposti ad aumentato rischio di infezioni respiratoria durante le cure dentali a seguito di inalazioni di aerosol contaminato.

Le indicazioni valgono in special modo per garantire sicurezza dopo periodi di sospensione lavorativa e hanno come fine la tutela della salute pubblica.

Per tutto quanto detto, il nostro studio ha adottato sistemi di microfiltrazione specifici basati su tecniche innovative per eliminare il rischio di proliferazione della Legionella nei circuiti idrici e il rischio di trasmissione della stessa ai pazienti.

Dott.ssa Aida Di Sabato

Contatta l'Autore

Dott.ssa Aida Di Sabato

Studio dentistico associato Dr. Del Lupo Francesco - Dr.ssa Di Sabato Aida
Contatta l'autore